Qual è il miglior lavoro del futuro?

Qual è il miglior lavoro del futuro?

Stephen Hawking dice che “siamo nel momento più pericoloso per lo sviluppo dell’umanità” e che “lo sviluppo dell’intelligenza artificiale rischia di distruggere posti di lavoro fino a minare in profondità le classi medie, lasciando solo disponibili ruoli creativi o di supervisione.”

Sam Hinkie, l’uomo più influente nello sport e laureato di Stanford, chiede: “Come state preparando i bambini per una vita con disoccupazione al 60%?”

Sam Altman, capo della YCombinator, è così convinto che stiamo andando incontro alla necessità di reinventare nuovi modi di fornire alle persone un mezzo per vivere, tanto che a Oakland sta donando $20k  ciascuno a 1.000 persone per un anno, solo per vedere cosa faranno con il loro nuovo reddito senza lavoro.

Gli imprenditori più visionari del mondo teorizzano un’ondata senza precedenti di distruzione di posti di lavoro, in concomitanza con lo sviluppo dell’intelligenza artificiale, della robotica, software e automazione.

La Casa Bianca ha pubblicato un rapporto che ha rafforzato questo punto di vista. (Ufficio esecutivo del Presidente degli Stati Uniti; Intelligenza Artificiale, automazione, e l’economia; dicembre 2016).

Alcune delle statistiche riportano:

  • 83% dei posti di lavoro dove le persone guadagnano meno di $ 20 all’ora sarà soggetto ad automazione o sostituzione.
  • Tra il 9% e il 47% dei posti di lavoro sono in pericolo di essere ritenuti irrilevanti a causa dell’evoluzione tecnologica, con le maggiori ripercussioni sui meno istruiti.
  • Tra 2,2 e 3,1 milioni di autisti di auto, autobus e camion negli Stati Uniti saranno eliminati con l’avvento dei veicoli auto-guidati.

lavoro1

I veicoli auto-guidati costituiscono quella tecnologia che più di tutte colpirà cassieri, operai di fast food, rappresentanti del servizio clienti, giardinieri e molti molti altri in pochi anni.
Quante di queste persone saranno facilmente occupabili altrove?

In realtà, l’automazione ha già eliminato circa 4 milioni di posti di lavoro nel settore manifatturiero negli Stati Uniti già dal 2000.
La forza lavoro degli Stati Uniti è crollata di circa 10 milioni durante lo stesso periodo e il tasso di partecipazione al lavoro è ora al solo 62,7%,  giusto sotto El Salvador e immediatamente sopra l’Ucraina:

lavoro2

Ci sono dunque 95 milioni di americani in età lavorativa non più nel mondo del lavoro.
E alti tassi di disoccupazione sono legati a più alti tassi di abuso di sostanze, violenza domestica, abusi sui minori, depressione e suicidio.

In poco tempo ci troveremo a ripensare il rapporto tra lavoro e sussistenza e comprendere come modulare i benefici psichici e sociali del lavoro in altri modi.